Assistenza ostetrica post partum

Dal punto di vista scientifico, il termine post-partum si riferisce alle sole due ore successive al secondamento, espulsione della placenta e degli annessi fetali.

Le donne dopo il parto, e per le settimane successive, vivono quello che viene chiamato puerperio.

Clicca e vai all’argomento di tuo interesse:

Cosa succede nel post parto

È il momento durante il quale inizia il bonding: subito dopo la nascita il neonato viene appoggiato sulla pancia della mamma per favorire il suo adattamento e la creazione del legame tra mamma e bambino.

Nelle prime due ore successive è fondamentale che il bambino venga attaccato al seno e assumi il colostro, oro giallo con un alto potere immunitario e non solo.

Con le prime suzioni vengono rilasciati ormoni come l’ossitocina che aiuta l’utero a contrarsi ed evitare eventuali emorragie, in queste due ore si osserva e si presta attenzione ai bisogni di mamma e bambino, se è presente il papà si lascia del tempo intimo affinché la triade possa conoscersi

Il rientro a casa

Il rientro a casa dopo il parto è per ogni mamma un traguardo, un sogno che si avvera dopo nove mesi di lunga attesa. Ma è anche un momento delicato, pieno di emozioni, e preoccupazioni nuove.

Il puerperio è un momento di riequilibrio e anche in questo periodo bisogna preservare la salute della triade mamma-papà-bambino.

Consulenza post parto

Nelle visite in puerperio l’attenzione è rivolta alla nuova famiglia: in punta di piedi l’ostetrica osserva il nuovo equilibrio e aiuta mamma e papà ad adattarsi ai ritmi del bambino.

L’ostetrica diventa un punto di riferimento per tutto il periodo dell’esogestazione, i nove mesi dopo la nascita.

La visita in puerperio consiste in:

• Cura del perineo dopo il parto

Dopo il parto i tessuti materni possono aver subito dei traumatismi in seguito a lacerazioni o ad un eventuale episiotomia.

L’ostetrica, tramite l’utilizzo di sostanze naturali o trattamenti mirati alla cura dei traumi perineali, cerca di alleviare il prima possibile i fastidi che possono inficiare con il benessere materno.

• Supporto nell’avvio dell’allattamento o nella gestione dell’allattamento artificiale

I primi giorni sono i più “difficili” per una mamma che allatta perché è una condizione nuova in cui anche l bambino necessita del tempo per capire come nutrirsi.

Anche se è un evento del tutto fisiologico, qualche volta la mamma ha bisogno di un supporto nella gestione dell’avvio dell’allattamento per capire bene come procedere.

Se vuoi saperne di più, ti consiglio di visionare la sezione dedicata all’allattamento.

• Ascolto attivo per favorire il benessere della mamma

• Valutazione generale del neonato

L’ostetrica, durante la visita, aiuta la mamma/coppia a comprendere tutti gli adattamenti neonatali e supporta i genitori nelle scelte, fornendo indicazioni scientifici sul benessere del neonato.

A tal proposito può essere di aiuto nella cura del moncone ombelicale e durante il primo bagnetto.

È possibile richiedere una consulenza online o una visita domiciliare per offrirti degli strumenti di osservazione attiva del tuo bambino.